LiveShop in Italy

Creato da mamme, per loro e per i loro bambini.

Il progetto BabyMilano

Un team di mamme competenti e appassionate, felici di chiacchierare e consigliare sempre, 24 su 24 – 7 su 7, per un servizio che non si limiti al solo acquisto.

Una piattaforma dove i prodotti con un semplice click diventano alla portata di tutti.

Un blog dove in attesa della cosa più bella della vita tutti possono trovare, aiuto, supporto e …casa!

LA NOSTRA STORIA

Ho tre adorabili bambine e per anni la mia esperienza di mamma ha trovato grande supporto e cura nello storico negozio milanese per bambini: Salina.
Un campionario meraviglioso di giocattoli, abiti e mobiletti, un intreccio fatto di assolute novità e grandi classici, che il gusto originale dei titolari sceglie minuziosamente da cinquant’anni, ha stimolato la mia creatività e le mie idee…
Ho iniziato così a collaborare con loro ambientando passeggini, biberon e corredini per restituire ai bambini l’immaginario fiabesco che meritano, inventando esposizioni e allestimenti scenografici.
Dalle vetrine sempre in fermento di viale Abruzzi ho visto entrare migliaia di persone: pancioni dolcissimi e donne affaticate dalle notti insonni, tutti in cerca di soluzioni che potessero alleggerire le fasi critiche della maternità.

Bellissime mamme VIP, così come amorevoli nonne, alla ricerca di introvabili carrozzine Limited edition o semplici teli mare, chiedevano selezioni uniche per un servizio che andasse al di là dei confini italiani.
Nasce così il mio progetto BabyMilano, una sfida per mettere a disposizione l’esperienza di Salina in qualsiasi parte del mondo. Un servizio che non si limita al solo acquisto, ma offre anche un team di mamme competenti e appassionate, felici di rispondere alle vostre domande e consigliare sempre.
Una piattaforma dove i prodotti con un semplice click diventano alla portata di tutti e un blog dove in attesa dell’evento più bello della vita tutti possano trovare, aiuto, supporto e …casa!

Arianna

Bellissime mamme VIP, così come amorevoli nonne, chiedevano in continuazione selezioni uniche per un servizio che andasse aldilà dei confini di Milano.

— ARIANNA, BabyMilano