In partenza!

Gli oggetti indispensabili in viaggio.

Ufficialmente è inziata l’estate e si parte coi tre figli per il mare, due dei quali ancora piccoli; partiamo domani ma io ammetto che sono tre settimane che faccio una lista dietro l’altra per non dimenticarmi niente; no, non vado in cima a una montagna, ma il fatto è che per me e per la maggior parte delle mamme, credo, ci sono cose che se si dimenticano equivalgono a pianti e disperazione dei figli.
Quali sono per me e i miei figli cose che non si devono per nessun motivo dimenticare?

  • I DouDou dei gemelli, se dimentichiamo quelli è la fine.
    Uno dei gemelli usa il tipico DouDou (pupazzetto con un lembo di tessuto), mentre lìaltra considera il suo DouDou gli swaddles, teli multiuso, rigorosamente di soffice bamboo. Ammetto che ne ho almeno 12 che vagano per casa, così nel caso se ne perdesse uno ne ho altri di scorta.
  • I ciucci: e si, perché ho imparato che gli piace sono una marca e un solo modello di quella marca; perciò se magari nel posto dove andiamo non avessero quella marca o modello? Meglio non rischiare.
  • Tutto il necessario per il bagnetto: crema, shampoo, sapone, olio di mandorle ecc…
    Per fortuna ci sono marche di prodotti che fanno un bellissimo astuccio con bottigliette da viaggio.
  • Le luci notturne: tempo fa avevo comprato una specie di funghetto che quando si accende proietta le stelle, non avrei mai detto che sarebbe stato un oggetto indispensabile per l’ora della nanna, e invece si, devo viaggiare anche con le “ine”, che tradotto dal linguaggio dei miei figli equivale a “stelline”.
  • Infine, ma non per quello meno importante, un termometro di qualità.

E voi? Quali sono le cose indispensabili per i vostri figli?

Buone vacanze a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *